Come capire se un film è sessista o no?

A cura di Claudia Balmamori

Capirlo è facile, esiste un test noto come test Bechdel-Wallace o più comunemente solo Bechdel, ancora oggi iconsiderato un metodo valido per capire se un film ha caratteri sessisti o meno.

Il test è usato come un indicatore dell’attiva presenza di donne nei film o serie tv, per chiamare l’attenzione sul tema della dispatitàdi genere.

Le regole come le conosciamo adesso apparvero per la prima volta nel 1985 in una vignetta della fumettista americana Alison Bechdelin intitolata ‘The Rule’.Bechdel disegnò due amiche che scelgono di non andare al cinema perché una di loro ha deciso di guardare solamente film che rispettino tre semplici condizioni:

1. che tra i personaggi del film ci siano almeno due donne di cui si conosca il nome;
2. che le due donne di cui si conosce il nome parlino almeno una volta tra di loro.
3. che le due donne di cui si conosce il nome parlino tra di loro ma non di uomini (non del figlio di una delle due, non del marito, non delle faccende domestiche)

Il “test” non misura la qualità di un film né stabilisce se sia o no femminista, basti pensare che i film di Barbie l’hanno superato pur rappresentando le donne sotto un’ottica assolutamente sessista e stereotipata. Il “test” riguarda qualcosa che viene ancora prima: la presenza delle donne in ruoli che non siano irrilevanti o dipendenti esclusivamente dal loro rapporto con gli uomini.

Prima di Bechedl già Virginia Woolf nel 1929 nel saggio “Una stanza tutta per sé” si interessò a questa tematica, applicandola alla letteratura:

«Cercai di ricordare qualche caso incontrato nel corso delle mie letture, in cui due donne venissero rappresentate come amiche. (…) Ogni tanto sono madre e figlia. Ma, quasi senza eccezioni, sono mostrate nei loro rapporti con gli uomini. Era strano pensare che tutte le grandi donne della letteratura erano state, fino all’epoca di Jane Austen, non solo viste dall’altro sesso, ma viste soltanto in relazione all’altro sesso. E quella non è che una piccola parte della vita di una donna; e persino di quella, un uomo può saperne molto poco, se la osserva attraverso le lenti nere o rosate che il proprio sesso gli mette sul naso».

Nel giugno 2018, il test di Bechdel è stato ufficialmente aggiunto nell’ Oxford English Dictionary.

Purtroppo ogni anno son sempre meno i film che superano il test di Bechdel, cosí come sono ancora meno i film cult che si attengono a queste tre semplici regole. Certamente come espresso in precedenza, superare il test di Bechdel non significa produrre un film di qualità, nè tanto meno significa portare sul grande schermo un film che possa dirsi femminista a tutto tondo come utopisticamente ci auguriamo possa accadere.

Pensate agli ultimi film che avete visto e chiedetevi per un attimo quale ruolo veniva ricoperto dal personaggio femminile all’interno della storia: aveva un nome? O era un mero oggetto sessuale di cui ci vien negata la conoscenza? Che tipo di donna era? Che messaggio veicolava il suo personaggio?

Rispondete a queste semplici domande per scoprire qual è il ruolo ancora oggi delegato alla figura femminile. Quali sono i film rispettosi del genere femminile? Ma soprattutto che percentuale rappresentano rispetto ad esempio ai quasi 5000 film prodotti nel 2017?

Vi lascio con una definizione molto semplice ma che purtroppo se mal interpretata potrebbe creare incomprensioni all’interno dell’articolo:

femminismo s. m. [der. di femmina]. – Movimento delle donne, le cui prime manifestazioni sono da ricercare nel tardo illuminismo e nella rivoluzione francese; nato per raggiungere la completa emancipazione della donna sul piano economico (ammissione a tutte le occupazioni), giuridico (piena uguaglianza di diritti civili) e politico (ammissione all’elettorato e all’eleggibilità), attualmente auspica un mutamento radicale della società e del rapporto uomo-donna attraverso la liberazione sessuale e l’abolizione dei ruoli tradizionalmente attribuiti alle donne.

 

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: